Scale up your digital tech business: EIT Digital Challenge 2017 | European Institute of Innovation & Technology (EIT)
EIT Digital Challenge 2017

Al via la EIT Digital Challenge 2017 per accelerare la crescita delle migliori scaleup digitali europee

EIT Digital, l’organizzazione europea leader nell’innovazione e nella formazione imprenditoriale, ha lanciato la quarta edizione della EIT Digital Challenge. Le aziende che si dedicano alle soluzioni deep-tech possono candidarsi in cinque categorie. Le migliori società di ciascuna categoria riceveranno un pacchetto per la crescita internazionale del valore di 100.000 euro. Il termine ultimo per candidarsi è l’8 ottobre 2017.

La EIT Digital Challenge 2017 è ora aperta alle candidature. Le startup in fase di sviluppo avanzato - le cosiddette scaleup – possono candidarsi con il loro prodotti di successo nel campo deep tech in una delle seguenti cinque categorie: Digital Industry, Digital Cities, Digital Wellbeing, Digital Infrastructure and Digital Finance. Il vincitore di ciascuna categoria riceverà un pacchetto per la crescita internazionale del valore di 100.000 euro. Il pacchetto comprende un intero anno di supporto dedicato da parte dell’EIT Digital Accelerator e un premio in contanti di 50.000 euro.

Il contest si concentra sulle aziende deep-tech* che vogliono accelerare la loro crescita internazionale. “Le imprese deep tech digitali richiedono supporto specializzato di alta qualità per trovare clienti e raccogliere capitali,” afferma l’amministratore delegato di EIT Digital, Willem Jonker. “Attraverso il nostro eccellente ecosistema europeo in campo imprenditoriale e tecnologico, e guidati dalla nostra esperienza e dal nostro provato track record nella realizzazione di accordi commerciali, come EIT Digital siamo in una posizione unica per guidare la crescita internazionale di questo tipo di aziende”.

L’acceleratore di EIT Digital comprende un team di circa 40 esperti business developer ed esperti finanziari che operano da 13 città in tutta Europa, assieme a un hub in Silicon Valley. Dal 2012, l’EIT Digital Accelerator ha supportato più di 250 startup nell’accedere a nuovi mercati e le ha aiutate a raccogliere più di 80 milioni di euro di investimenti in totale. Le imprese che hanno fatto parte dell’acceleratore hanno raccolto in seguito più di 250 milioni di euro di investimenti.

Per potersi candidare alla EIT Digital Challenge, le aziende devono soddisfare i seguenti requisiti: devono avere sede in uno degli stati membri dell’Unione Europea, il loro fatturato deve essere stato di almeno 300.000 euro nel 2016 oppure devono aver ottenuto almeno 2 milioni di euro in equity investment, e devono essere state fondate da non più di dieci anni.

I migliori cinque candidati in ciascuna categoria saranno invitati a presentare il loro prodotto di fronte a una giuria di esperti in uno dei cinque eventi finali:

  • Digital Cities – Trento – 28 Novembre 2017
  • Digital Industry – Eindhoven – 29 Novembre 2017
  • Digital Wellbeing – Madrid – 30 Novembre 2017
  • Digital Finance – Budapest – 4 Dicembre 2017
  • Digital Infrastructure – Berlino – 11 Dicembre 2017

Il termine ultimo per candidarsi è l’8 ottobre 2017. Maggiori informazioni e modulo per le candidature sul sito www.challenge.eitdigital.eu.

A partire dal 2014 la EIT Digital Challenge ha attirato più di 1400 candidature da 27 nazioni europee. I vincitori delle passate edizioni sono in seguito diventati aziende di successo in campo internazionale. Fra le aziende italiane che hanno vinto in passato si segnalano:

  • Horus Technology di Milano, premiata nel 2014, che unisce robotica, health tech e realtà aumentata per creare un dispositivo medico per le persone non vedenti o con problem di vista. La società Milanese ha raccolto 900.000 dollari di finanziamenti lo scorso anno, ed è stata recentemente votata da EU Startups come una delle realtà di maggior successo fondata da  imprenditori sotto i 30 anni.
  • Cohaerentia, premiata nel 2015, che sviluppa un sensore multiscopo in fibra ottica per la diagnostica intelligente, sfruttando un nucleo hardware universale e un software personalizzato per molteplici esigenze di manutenzione predittiva.
  • Chino, premiata nel 2014, che offre ai servizi di digital health una API sicura e un database con cui immagazzinare, accedere e condividere senza rischi i dati sensibili, nel rispetto delle normative europee sulla protezione dei dati.

*Le innovazioni deep-tech riguardano progressi tecnologici e scientifici unici e distinti da tutti gli altri, spesso protetti da brevetto e difficili da riprodurre. Grazie a una forte componente di ricerca e sviluppo, le società deep-tech creano soluzioni disruptive che alimentano la trasformazione digitale.  Per approfondire l’argomento.

Comunità EIT:

Pubblico destinatario:

Main Photo: EIT Digital Challenge 2017